Nella zona di
ALTO LARIO OCCIDENTALE
ALPI LEPONTINE MERIDIONALI
LARIO ITELVESE
TRIANGOLO LARIANO
COMO E DINTORNI
OLGIATESE
BRIANZA COMASCA


Quaste sezione è dedicata ai ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado, perchè, dopo la lettura dei contenuti del sito RomaniCOMO, possano avere uno strumento di verifica di ciò che hanno appreso.
Di seguito è riportato un esempio di verifica, differente a seconda che l'alunno sia della scuola di primo o secondo grado. Tutte le verifiche (senza le soluzioni) si possono trovare nel cd rom, mentre nella Guida dell'insegnante si hanno tutte le schede complete di risposte.

Esercizio numero 2
Sant’Abbondio a Como rappresenta il periodo maturo dell’arte romanica in Lombardia e nelle regioni limitrofe; analizzando la pianta della basilica individuate gli elementi architettonici che la caratterizzano:
• Di quante navate si compone?
• Dove si trova il coro?
• Descrivete la copertura sopra il coro
• Indicate che tipo di pianta presenta
• Di quante absidi si compone la navata centrale?
• Individuate il punto in cui si inseriscono i due campanili esterni
• Che funzione ha l’abside?
• Esiste un transetto?
• Che funzione ha un transetto in una chiesa?


Esercizio numero 3
Analizzando la pianta possiamo riscontrare la classica forma a croce latina; essendo la basilica priva di un vero e proprio transetto:
• quale elemento architettonico suddivide le navate laterali?
• A quale stile appartengono gli archi sorretti dalle colonne?
• Le colonne della navata centrale sono costituite da blocchi di pietra prevalentemente usata per le pareti esterne. Di che materiale si tratta?


Esercizio numero 4
Fate una breve descrizione dell’impatto architettonico che scaturisce dall’imponente colonnato della navata centrale.


Esercizio numero 5
Analizzando la facciata della Basilica individuate i seguenti elementi architettonici:
• Individuate le lesene. Esse suggeriscono una suddivisione interna al corpo longitudinale della basilica. A cosa corrispondono?

• A quale antica struttura appartengono le quattro colonne su cui poggiano le lesene?

• A quale stile appartiene l’arco del portale?

• Quale fra i seguenti archi è a tutto sesto romano?

• Descrivete le aperture presenti sulle facciate dei campanili individuando: 1) archetti 2) trifore 3) monofore:
• Con quali materiali è ottenuto l’effetto di bicromia che caratterizza le ghiere delle monofore dell’ordine medio e superiore visibili sul fianco della basilica?


Esercizio numero 6
Con uno spaccato della basilica individuate i soffitti:
• Dove sono posizionate le capriate?
• Come termina il soffitto dell’abside?
• Quale, tra le volte sottostanti, è la tipica volta a crociera?

• Quali dei seguenti elementi architettonici, capitelli e basi, dovrebbero essere uniti con un fusto in modo da ottenere una colonna d’epoca romanica?

• Quali piante basilicali vi suggeriscono le figure geometriche sottostanti?


Esercizio numero 7

Vi sono tra le figure sottostanti due tipologie di pilastro romano.
• Individuatele:


Esercizio numero 8

Caratteristica dei portali delle chiese romaniche sono le lunette decorate a basso rilievo e poste alla sommità;
• quale delle due figure sottostanti potremmo considerare di stile romanico?

Esercizio numero 9
Nella figura sono rappresentati gli elementi architettonici presenti nelle finestre.
• Individuate la finestra romanica fra le seguenti:


Esercizio numero 10
Il campanile è la costruzione verticale che contiene alla sommità la cella campanaria. Pare che abbia origine dai fari e dalle torri romane. Serve, annesso alla chiesa, a richiamare i fedeli.
• In quale dei sottostanti riconoscete lo stile romanico?

 

- Pianta della chiesa tratta da: F. De Dartein, Etude sur l’architecture lombarde, Novindustria, Como, 1863
- Immagini tratte da: T. Gnone, Dizionario architettonico illustrato




la Guida del progetto didattico di RomaniCOMO

     
| crediti | privacy | diritti | contatti |
Realizzato con i contributi di :
Provincia di Como - Assessorato alla Cultura, Regione Lombardia - Culture, Identità e Autonomie della Lombardia